Autocertificazione esenzione Canone Rai 2017

Autocertificazione esenzione Canone Rai 2017

Dicembre 12, 2016 0 Di Blogger

Ecco quando scadono i termini per presentare l’autocertificazione per l’esenzione del canone. 

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito entro quali termini si potrà inviare l’autocerficazionerichiesta di esenzione per il Canone Rai che, come si ricorderà, va aggiornata di anno in anno. Non basta difatti avere richiesto l’esenzione per lo scorso anno, è necessario che essa si rinnovi anno per anno a meno di non volersi vedere addebitato il costo della tassa nella prima bolletta utile.
Ecco le scadenze per il 2017 e le modalità di presentazione della domanda.
Esenzione Canone Rai: come fare
I termini per la scadenza della presentazione di una richiesta di esenzione dal pagamento del Canone Rai sono fissati per il prossimo 31 gennaio 2017.
La comunicazione dovrà essere effettuata attraverso un apposito modulo con il quale si dichiara la mancata detenzione dell’apparecchio.
Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato in via telematica o via posta e può essere reperito direttamente sul sito dell’Agenzia dell’Entrate o su quello della Rai.
Le possibili modalità di invio del documento sono tre:

  • via app, per coloro che possiedono le credenziali Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate;
  • via raccomandata con ricevuta di ritorno, con allegata una copia di un documento di identità valido, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino;
  • via PEC all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it, la dichiarazione sostitutiva deve essere firmata digitalmente.

Esenzione Canone Rai 2017: perchè farla a dicembre 2016?
Per ottenere l’esenzione già dalla prima rata del prossimo anno, l’Agenzia consiglia tuttavia di effettuare la richiesta per via telematica entro il prossimo 20 dicembre (per gli invii via posta vale la data di spedizione). Questo eviterà ai contribuenti di dover chiedere successivamente il rimborso dopo il primo addebito, che nel caso in cui si inviasse la richiesta a gennaio sarebbe automatico.