Canone Rai: diffuse istruzioni rimborsi addebiti non dovuti.

Canone Rai: diffuse istruzioni rimborsi addebiti non dovuti.

Agosto 3, 2016 0 Di Blogger

A breve la pubblicazione della sentenza del Tar dopo il ricorso di Altroconsumo. Prosegue la petizione per l’abolizione del canone e per una riforma strutturale e sostenibile della RAI.

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto ieri, ultimo giorno utile per mettersi in regola, ilprovvedimento che detta le istruzioni per richiedere il rimborso del canone tv nei casi di addebiti non dovuti.

La mancanza di tempestività e di indicazioni chiare fin da subito conferma una gestione poco efficiente e di difficile comprensione che ha già causato disservizi. Ad oggi circa 3.000 utenti hanno segnalato al numero verde 800.131.889, messo a disposizione da Altroconsumo, errori di fatturazione e chiesto informazioni sulle modalità di reclamo.
L’organizzazione da subito ha criticato la decisione di inserire il canone Rai nella bolletta, impugnando il decreto attuativo del ministero dello Sviluppo economico dinanzi al Tar del Lazio. La discussione sul ricorso si è tenuta ieri: il Collegio si è riservato e renderà pubblica a breve la sentenza.
La consulenza  di Altroconsumo risponderà al numero verde fino a venerdì 5 agosto e riprenderà da mercoledì 24 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20. Disponibili online i consigli utili, i moduli e le indicazioni per presentare le richieste di rimborso.
Nel frattempo continua a crescere il numero di firme raccolte attraverso la petizione lanciata lo scorso febbraio da Altroconsumo per l’abolizione del canone e per una riforma strutturale e sostenibile della RAI che preveda il mantenimento di un solo canale di servizio pubblico e la privatizzazione degli altri canali RAI. A oggi sono quasi 150.000 le persone che l’hanno sottoscritta.

Con oltre 396mila soci, Altroconsumo è la più grande organizzazione indipendente di consumatori in Italia. Da oltre 40 anni è il punto di riferimento per i cittadini, ne interpreta i bisogni, ottiene soluzioni. Con 340 professionisti al servizio delle persone ogni giorno anticipa le istanze dei consumatori, offrendo strumenti innovativi per scelte sicure e convenienti. Informa con autorevolezza e indipendenza attraverso le proprie pubblicazioni. Si impegna per difendere i diritti collettivi attraverso l’istituto della class action e per migliorare il quadro normativo e la rappresentanza delle istanze nelle sedi istituzionali, anche in Europa. Interviene nelle dinamiche di mercato, condizionandole a favore dello sviluppo e dell’innovazione, come con i Gruppi d’acquisto sull’energia, sui carburanti, con oltre 500mila adesioni.