Anticipo assegno mantenimento coniuge 2016?

Anticipo assegno mantenimento coniuge 2016?

Gennaio 8, 2016 0 Di wp_9446713

Nuovo Fondo Statale 2016 anticipa somme non pagate previa apposita domanda al Tribunale

Dal 1° gennaio 2016, per effetto della Legge di Stabilità 2016, è stato approvato in via definitiva ma sperimentale per l’anno 2016 e 2017, l’istituzione di un Fondo di solidarietà, a tutela del coniuge in stato di bisogno, pari a 250 mila euro per il 2016, e a 500 mila euro per il 2017.        Il decreto attuativo deve essere emanato dal Ministero della Giustizia di concerto con il MEF, entro 30 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Stabilità 2016.

Dal 1° gennaio 2016, pertanto, se l’ex coniuge non provvede a corrispondere l’assegno al coniuge bisognoso, quest’ultimo può rivolgersi al Tribunale e richiedere l’anticipo delle suddette somme.

 

Secondo la norma il coniuge separato titolare di assegno di mantenimento disposto dal Giudice, non onorato dall’ex, qualora si trovi in una situazione di bisogno e non riesca a mantenere i figli minorenni o maggiorenni disabili, può rivolgersi al Tribunale competente della sua residenza, e richiedere previa apposita domanda, di accedere al Fondo di solidarietà, anticipi in tutto o in parte, le somme dovute e non versate dal coniuge.

Il Tribunale, entro 30 giorni, dalla domanda di anticipo delle somme per l’assegno di mantenimento non pagato, può optare per due soluzioni, respingere la richiesta con un provvedimento non impugnabile, o accogliere la domanda, in quanto sono stati rispettati tutti i requisiti e le condizioni di accesso al Fondo.

La domanda accettata, viene poi trasmessa al ministero della Giustizia, che determina come verranno erogati gli importi spettanti, successivamente  lo Stato, si rivarrà sul coniuge moroso.

In attesa che i decreti attuativi vengano emanati, si può ipotizzare che possono accedere al nuovo Fondo solo i coniugi separati con figli minori o maggiorenni con handicap  e i coniugi in stato di bisogno, che possano dimostrare non avere un reddito anche piccolo, e di non poter mantenere casa, cibo, medicine per se e per i figli.

La domanda per accedere al nuovo fondo di solidarietà potrà essere inoltrata solo dopo l’emanazione del decreto attuativo, che dovrebbe arrivare entro gennaio 2016

La domanda anticipo assegno di mantenimento va presentata al Tribunale competente in base alla residenza del richiedente, allegando i documenti che saranno indicati nel decreto attuativo.

http://www.guidafisco.it/anticipo-assegno-mantenimento-coniuge-bisognoso-fondo-statale-1472