Canone Rai nella bolletta di luglio

Canone Rai nella bolletta di luglio

Gennaio 6, 2016 0 Di wp_9446713

Quella di luglio 2016 sarà la prima bolletta della luce che conterrà il canone Rai: attenzione a questi possibili errori

La Legge di Stabilità ha approvato l’inserimento del canone Rai in bolletta da luglio prevedendo però alcune esenzioni e regole per l’addebito. Il rischio di errori è in agguato: ecco come leggere la bolletta della luce e controllare che non vi siano addebiti non dovuti per il canone Rai.

Esenzione Canone Rai: ecco chi non paga

Vediamo, quindi, quali sono le cause che possono legittimare l’esenzione dal pagamento del canone Rai

  • Soggetti il cui canone sia stato versato già dal coniuge o convivente
  • Nelle case date in locazione qualora l’utenza dell’energia elettrica sia intestata al proprietario, la disponibilità degli apparecchi televisivi è soltanto degli inquilini
  • Immobili in cui non c’è televisore
  • In caso di seconda casa poichè, anche se il canone sarà addebitato solo sulle bollette dell’energia elettrica dell’abitazione principale del nucleo familiare, il tributo è dovuto una sola volta indipendentemente dagli immobili posseduti e dal numero di apparecchi televisivi in possesso.

Arretrati canone Rai: addebiti ed errori in bolletta

Il calcolo di arretrati sul canone dovuti e non pagati avverrà mediante un incrocio tra le banche dati dell’Anagrafe tributaria, in coordinamento con l’Authority per la fornitura dell’energia, il Ministero dell’Interno, e lo stesso contribuente.

Casi particolari si possono poi creare quando l’intestatario della bolletta della luce non corrisponde al soggetto tenuto al pagamento del canone Rai. In questo caso il rischio è che l’intestatario della bolletta si veda addebitare a luglio anche gli arretrati mentre in realtà il canone è stato già pagato dal coniuge ad esempio. Stesso discorso per i contribuenti che pagano la tariffa di fornitura elettrica D3, per allacci di potenza superiore ai 3 kW.

Pagare la bolletta della luce senza canone: ecco quando è possibile senza evadere

Canone in bolletta: fino a luglio per evitare errori

Proprio per avere tempo di porre mano a questi casi particolari, evitando errori nell’addebito del canone Rai, il governo ha stabilito che, solo per il 2016, la prima bolletta che conterrà il canone sarà quella di luglio. Nel frattempo i contribuenti possono organizzarsi per una eventuale certificazione di non possesso della tv, qualora non ne abbiano una (il che li esonera dal pagamento del canone). Tutte le comunicazioni vanno inviate alla Direzione Provinciale I, Torino

http://www.investireoggi.it/fisco