Canone Rai 2016: cosa rischia chi non ha pagato in passato

Canone Rai 2016: cosa rischia chi non ha pagato in passato

Ottobre 22, 2015 0 Di wp_9446713

Cosa accadrà a chi negli anni passati non ha pagato il Canone Rai?

Dopo l’inserimento delle nuove modalità di pagamento per il Canone Rai in bolletta nella Legge di Stabilità 2016, arrivano anche notizie al riguardo di chi negli anni passati non ha pagato il canone.

Il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli ha spiegato che per chi non ha pagato il canone in passato non si potrà fare nulla. Non ci sarà un condono, chiarisce, ma non è possibile dimostrare quando l’utente ha acquistato il televisore e potrebbe affermare di averlo acquistato di recente.

Giacomelli ha spiegato che non è giusto per il 70% di utenti che pagano regolarmente il Canone Rai tollerare un’evasione del 30%. Comunque assicura che il Canone Rai in bolletta arriverà soltanto con il contratto di fornitura elettrica dell’abitazione dove si ha la residenza. La cifra totale da pagare, come già annunciato nella Legge di Stabilità, sarà di 100 euro a cui non saranno aggiunte maggiorazioni e imposte (ad esempio le accise dell’elettricità) poiché la bolletta p soltanto la modalità di pagamento.

Per chi non è in possesso di un televisore, unico requisito per il pagamento del Canone Rai ha chiarito Giacomelli (e non possesso di device per la connessione ad internet), la comunicazione del mancato possesso deve essere inoltrata con modalità che saranno stabilite nel decreto attuativo.

Canone Rai 2016: cosa rischia chi non ha pagato in passato