Pressione più bassa e cuore sano: (ennesimo) elogio della pennichella

Pressione più bassa e cuore sano: (ennesimo) elogio della pennichella

Settembre 6, 2015 0 Di wp_9446713

L’ultimo studio che tesse le lodi del sonnellino è stato presentato in occasione della conferenza della European Society of Cardiology a Londra

di Emanuela Di Pasqua

Alcuni sostengono di rimanere scombussolati tutto il giorno se dormono dopo pranzo, altri non potrebbero prescindere dalla pennichella, anche se breve e quasi strappata via. Insomma, è indubbio che l’abitudine del riposino sia soggettiva, ma sono anche ormai indubbi i suoi (numerosi) benefici. L’ultima a elencarli è unaricerca greca, che sottolinea come il pisolino sia capace di abbassare miracolosamente la pressione sanguigna, con tutte le implicazioni del caso.

I meriti della siesta

La siesta è provvidenziale per la pressione e, come rimarca Manolis Kallistratos dell’Asklepieion Voula General Hospital di Atene, è spesso associata anche a una minore prescrizione di farmaci anti-ipertensivi. Kallistratos ha infatti guidato una ricerca finalizzata proprio a confermare e quantificare il collegamento esistente tra pressione sanguigna e pennichella pomeridiana. I ricercatori greci hanno monitorato un campione di 386 pazienti ipertesi, separando coloro che dichiaravano di avere l’abitudine di dormire nel corso della giornata dagli altri e riscontrando nel primo gruppo un valore di pressione sistolica media inferiore del cinque per cento. L’abitudine al riposino, come spiega il team greco, oltre a tagliare il numero di prescrizioni di farmaci anti-ipertensivi, causerebbe anche una modesta riduzione del rischio di malattie cardiovascolari.

da http://www.corriere.it/salute/cardiologia/15_settembre_01/pressione-piu-bassa-meno-problemi-cardiovascolari-ennesimo-elogio-pennichella-3f605562-50b2-11e5-a5c5-648680582d61.shtml