Arsenico inorganico, fissati i limiti nel riso e nei prodotti derivati: entreranno in vigore dal 1 gennaio 2016

Arsenico inorganico, fissati i limiti nel riso e nei prodotti derivati: entreranno in vigore dal 1 gennaio 2016

Settembre 5, 2015 0 Di wp_9446713

La Commissione Europea ha approvato i nuovi limiti massimi relativi all’arsenico inorganico nel riso e nei derivati, che entreranno in vigore il 1 gennaio 2016.

Su questo argomento esiste  una valutazione dell’Efsa del 2009 in cui si dice che l’assunzione eccessiva di arsenico a lungo andare può portare a lesioni della pelle e ad altre patologie.

Il nuovo regolamento europeo stabilisce quindi per la prima volta dei limiti per proteggere i consumatori: 0,20 e 0,25 mg/kg, rispettivamente, nel riso e nel riso parboiled o integrale, 0.30 mg/kg per la biscotteria a base di riso, mentre una speciale precauzione è riservata al riso destinato ai prodotti per l’infanzia: il tenore massimo ammesso è di 0.10 mg/kg, meno della metà rispetto alle altre categorie di riso.

esiste una parte di consumatori che fanno un uso frequente di pietanze a base di riso e di prodotti derivati come gallette, latte e cracker.

Il Regolamento europeo mira a proteggere queste “nicchie” potenzialmente più esposte, in particolar modo i bambini. “

“Per la prima volta una norma europea impone di sorvegliare e ridurre la presenza di arsenico inorganico presente in traccia focalizzando l’attenzione sulla forma più tossica, in un alimento in cui può maggiormente concentrarsi: è un grande passo avanti nel campo della sicurezza alimentare.” Nessun problema invece si pone per l’arsenico nella forma organica.

da http://ilfattoalimentare.musvc1.net/e/t?q=3%3d4X2X9%26C%3d2%26D%3d1U4%26E%3d4a9W1%26L%3diJtG_sqSq_41_rrTp_27_sqSq_36wNx.9l7bJtFbBiDfDt2s5.iK_sqSq_36aIt5n0dE-iEpHg2o9cF-g9sJbJi-01a2b-m9m0u9-n6m-HiJp-5-n6j-FrFeEtKj-4eIjLaKj-5nKs5r2oDo-0o-Li8pHe-5bB-1-8fDn2jE-2a2V.hKnB%26d%3dDvIv42.DeK