Diete, stop a sette sostanze usate per preparazioni dimagranti

Diete, stop a sette sostanze usate per preparazioni dimagranti

Agosto 13, 2015 0 Di wp_9446713

Il Ministro della Salute ha vietato le preparazioni magistrali (quelle allestite dal farmacista su misura del paziente e dietro prescrizione medica) a scopo dimagrante che contenengono sette principi attivi ritenuti pericolosi per la salute, se assunti in maniera combinata tra loro. 

Triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato. Sono questi i sette principi attivi che il Ministero della Salute ha vietato nelle preparazioni magistrali a scopo dimagrante. Ricordiamo, però, che tali sostanze sono autorizzatesingolarmente per diverse indicazioni terapeutiche quali diabete, ansia, depressione, ipertensione ed epilessia.

La segnalazione dell’Aifa

È stata l’Agenzia Italiana del Farmaco a segnalare la questione e ben presto è emerso che le preparazioni magistrali (quelle allestite dallo stesso farmacista a misura di ogni paziente) contenenti i suddetti principi attivi singolarmente, ma più spesso in associazione combinata, quando utilizzati a scopo dimagrante possono addirittura essere pericolose per i soggetti che ne fanno uso. Due i divieti introdotti dal decreto:

  • medici e farmacisti non potranno prescrivere e allestire preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti i principi attivi vietati, sia che vengano usati singolarmente sia in combinazione associata tra loro;
  • non potranno, inoltre, essere prescritte o allestite preparazioni magistrali che, a prescindere dall’obiettivo terapeutico perseguito, contengano i predetti principi attivi in combinazione associata.

Quali rischi si corrono?

Il rischio che insorgano reazioni pericolose aumenta in relazione al numero di principi attivi associati nella preparazione, che possono causare:

  • disturbi psichiatrici;
  • reazioni a carico del sistema cardiovascolare.

Come perdere i chili in eccesso

Come abbiamo avuto modo di ribadire più volte, non esistono alimenti né integratori in grado di farci bruciare né grassi né calorie. Per tornare in forma è sufficiente intensificare l’attività fisica e controllare il proprioregime alimentare. Scopri nel nostro speciale quali sono le diete da cui è bene stare alla larga, per il bene della salute.

DIETE A CONFRONTO

Riconoscere i prodotti-bufale

Hai visto un prodotto che vanta proprietà dimagranti miracolose? Ecco quando deve scattare il campanello d’allarme:

  • Promette di far perdere peso velocemente (tipo 7 kg in 7 giorni): oltre che impossibile, sarebbe pericoloso per la salute;
  • Mostra foto del “prima” e “dopo”, raramente attendibili e che servono solo a creare illusioni;
  • Sostiene che si può dimagrire solo assumendo quel prodotto, senza modificare le proprie abitudini di vita (né quello che si mangia né quanto si fa esercizio fisico);
  • Si appoggia a fantomatici esperti stranieri che opererebbero in presunte università situate all’estero;
  • Garantisce i risultati, magari offrendo un rimborso nel caso in cui non si perda il peso sperato;
  • Promette perdite di peso notturne, legate a creme o a indumenti speciali;
  • Vanta una generica “assenza di effetti indesiderati” o di essere “completamente naturali” (affermazione di per sé priva di senso, perché in natura non mancano sostanze pericolose per la salute);
  • Promette risultati duraturi nel tempo.

http://www.altroconsumo.it/alimentazione/dimagrire/news/ministero-vieta-sostanze-dimagranti