Si possono intercettare le video chiamate WhatsApp?

Si possono intercettare le video chiamate WhatsApp?

Giugno 23, 2019 0 Di Blogger

È possibile intercettare chiamate e video chiamate WhatsApp? Cos’è e come funziona la crittografia end-to-end? Come si può risalire ai tabulati WhatsApp?

Si stima che oltre un miliardo di persone utilizzi quotidianamente WhatsApp, l’applicazione di messaggistica istantanea di proprietà di Facebook. Questo significa che, ogni giorno, attraverso WhatsApp passa una quantità enorme, praticamente incalcolabile, di messaggi, file audio e chiamate.

Un successo incredibile, che inevitabilmente ha sollevato alcuni problemi, in primis riguardanti la sicurezza e la privacy. Molti si domandano, infatti, se si possono intercettare le video chiamate WhatsApp, l’ultima sfida lanciata dall’app al vecchio sistema di telefonia. Ed infatti, oggi con WhatsApp non solo si può messaggiare, ma anche effettuare gratuitamente video chiamate da un capo all’altro del globo. Queste chiamate sono sicure o possono essere “catturate”, magari dalla polizia che ha messo sotto osservazione il nostro smartphone?

È quello che ti spiegherò con questo articolo: è possibile intercettare le video chiamate di WhatsApp?

Cosa sono le intercettazioni?

Prima di capire se si può intercettare una video chiamata fatta con WhatsApp, vorrei brevemente spiegarti in cosa consiste un’intercettazione.

Secondo la legge, l’intercettazione è un mezzo di prova di cui può avvalersi l’autorità inquirente (il pubblico ministero, in pratica) nello svolgimento delle indagini; l’intercettazione consiste nel captare e registrare una conversazione che avviene tra persone non presenti.

In poche parole, con l’intercettazione si “ruba” un dialogo che avviene tra persone inconsapevoli di essere sentite da altri. Di conseguenza, tecnicamente non è un’intercettazione quella che fa chi decide di registrare, con il proprio cellulare, una conversazione che avviene in sua presenza, né quella che consiste nel registrare una telefonata a lui diretta.

Come si fa un’intercettazione?

Un’intercettazione legale può essere compiuta solamente in presenza di determinati delitti e soltanto se richiesta dal magistrato dal pubblico ministero, autorizzata con decreto dall’autorità giudiziaria ed eseguita mediante i mezzi a disposizione della Procura della Repubblica.

Al di fuori di queste ipotesi, in linea di massima l’intercettazione è illegale e, pertanto, le conversazioni così ottenute non potranno essere utilizzate perché frutto di un reato.

Che tipi di intercettazione esistono?

Le intercettazioni (legali) possono essere sostanzialmente di tre tipi: ambientale, telefonica e telematica.

L’intercettazione ambientale è quella che consiste nel captare una conversazione che avviene tra più persone in un determinato luogo: pensa alla microspia (o “cimice”) nascosta nel sedile di un’autovettura, in grado di trasmettere tutto ciò che viene detto all’interno dell’abitacolo.