Tecnologia, CES 2018: cosa ci riserva il futuro?

Tecnologia, CES 2018: cosa ci riserva il futuro?

Agosto 2, 2018 0 Di Blogger

La domanda è sempre la stessa: cosa ci riserva il futuro della tecnologia? 

L’AIRBAG PER ANZIANI – Si chiama Hip’Air ed è una specie di cintura da indossare con appositi sensori che, in caso di caduta, gonfiano dei cuscini. L’obiettivo è salvare i proprietari da infortuni quali la rottura del femore o del bacino.
IL PRIMO DIVANO SMART – Buone notizie anche per i pigroni grazie al “primo divano smart al mondo”, prodotto da Miliboo, azienda di “mobili connessi”. Controlla la vostra smart home e ricarica pure in modalità wireless lo smartphone
L’AMICO ROBOT – Si chiama Kuri, “l’adorabile robot domestico”, come lo definisce il volantino di presentazione. Non fa moltissimo: ha una videocamera Full HD, fa da altoparlante semovente e reagisce in maniera buffa a tocchi e comand
Samsung,azienda coreana ha annunciato “The Wall”, il primo televisore modulare al mondo da 146 pollici, che fa utilizzo della tecnologia MicroLED;
LG, invece, ha presentato un nuovo prototipo di televisore arrotolabile dotato di un meccanismo motorizzato, il dispositivo è in grado di aprire solo una piccola porzione del display,permettendo di mostrare varie informazioni;
Al Ces 2018 Google ha calato inolte un poker per rispondere ad Echo Show, la versione con display dello speaker di Amazon. Google si è affidata a Lenovo, JBL, Sony e LG per produrre smart display dai design differenti, nel tentativo di accontentare un po’ tutti.

Ces 2018, un'edizione all'insegna di Google: ecco il futuro che ci aspetta

Gli smart display da 8 e 10 pollici prodotti da Lenovo in collaborazione con Google
Abbiamo provato quello Lenovo, design minimal e colore prevalentemente bianco, di cui esistono due versioni da 8 e 10 pollici. Il prodotto ha eseguito gli ordini in modo efficiente mostrando video di YouTube, ricette e mappe della città. E’ come avere un tablet che risponde ai comandi vocali, in fondo, e proprio in cucina potrebbe fare molto comodo per seguire i passaggi chiave di una ricetta attraverso un video.

Samsung ha anche presentato la versione 3.0 del suo Family Hub, il frigorifero con display da 21 pollici che ora grazie a Bixby risponde anche ai comandi vocali.
Un robot per amico

Ces 2018, un'edizione all'insegna di Google: ecco il futuro che ci aspetta

Il robot francese Buddy
Qualcuno era poco più di un semplice giocattolo, molti potevano contare invece su almeno un briciolo di intelligenza artificiale. I robot hanno senz’altro segnato l’edizione 2018 del Ces, proponendosi come aiutanti per riordinare la casa, come assistenti per gli anziani e addirittura – ma andiamoci piano – come “educatori” dei bambini

Aibo, il cane robot lanciato da Sony
La star della fiera di Las Vegas, in un certo senso la sua mascotte quest’anno, è stato Aibo, l’ultima versione del cane robot prodotta da Sony che sarà in vendita a 1500 dollari. Aibo abbaia, mostra un certo gradimento – attraverso i due occhi Led – quando riceve le coccole, scondinzola e fa anche finta di fare la pipì.
L’azienda statunitense, leader nel settore dei semiconduttori e cuore pulsante con i suoi processori degli smartphone top di gamma di Samsung, Lg e Sony (solo per citarne alcuni), è in prima linea per migliorare la sicurezza dei passeggeri delle auto connesse. Proprio a Las Vegas, Qualcomm ha annunciato che lavorerà con Ford allo sviluppo della tecnologia cellulare vehicle-to-everything (C-V2X),  che consentirà alle vetture di comunciare con l’ambiente circostante, dalle infrastrutture ai pedoni. In un futuro connesso le auto saranno in grado di scambiare informazioni con i semafori, evitando così di impegnare gli incroci in momenti inopportuni. Oppure le vetture comunicheranno con chipset installati sulle carreggiate: in questo modo sapranno in anticipo di eventuali rischi – buche o veicoli fermi per esempio – o di ingorghi improvvisi che affronteranno con una graduale riduzione della velocità.

E’ dappertutto ma non si vede: la rivoluzione 5G
“Lo standard 5G non è più avvolto nell’incertezza: stiamo lavorando per fare in modo che all’inizio del 2019 finiscano sul mercato i primi smartphone in grado di sfruttare questa tecnologia”. Le parole di Cristiano Amon, presidente di Qualcomm Incoroporated, lasciano intendere che il 5G non è più un futristico miraggio ma una concreta realtà. D’altronde già prima del Ces di Las Vegas l’operatore mobile statunitense AT&T aveva sorpreso tutti dichiarando di essere pronto a offrire il 5G in alcune grandi città già alla fine di quest’anno.
Fonte: quifinanza; repubblica.it